Societ? di Educazione Fisica Virtus

News

Eventi

Giuseppe Domenichelli

E-mail Stampa PDF

DOMENICHELLI  Il culto della perfezione

 

Pallido in volto, eretto nella figura e pacato nei modi Domenichelli a prima vista non esprimeva il campione di eccezione che in effetti era: uno dei piu' bravi ginnasti del mondo (specialita' il cavallo). Aveva fatto parte della squadra ginnica vincitrice delle Olimpiadi di Stoccolma (1912) e Anversa (1920). E cio' significa essere in possesso di carte in regola per corrispondere all'eccellenza, la perfezione raggiunta.  Stoccolma, Olimpiade: Domenichelli, Tunesi e Savorini. I "tre grandi" d'eccezione rappresentano Bologna insieme a due sodalizi esemplari: Virtus e Fortitudo.
Dopo la guerra, ad Anversa, Domenichelli e' l'unico bolognese superstite della nostra squadra olimpica. E ancora una volta si fa ammirare per lo stile e la correttezza.
"La sua scelta della specialita' del cavallo  - scrive Nino Maggi  (ill Mito della V nera pag. 413)   -corrispondeva probabilmente all'indole modesta del personaggio, indirizzandolo a prepararsi ma senza strafare a scapito della correttezza, sulla quale insisto".


Per saperne di piu'
Il mito della V nera nella pagina di download nel sito

Ultimo aggiornamento ( Martedì 13 Settembre 2011 10:32 )  
You are here: