Societ? di Educazione Fisica Virtus

News

Eventi

Adolfo Contoli

E-mail Stampa PDF

24 volte campione

Nel periodo 1920-1927 furono 24 le medaglie d'oro che si aggiudicò, insieme a molti altri premi e piazzamenti necessari per consentire alla Virtus di conservare il primato nazionale tre le società sportive. Queste cifre non devono sorprendere  giacché solo nel 1922, ai Campionati Italiani a Busto Arsizio Contoli conquista otto titoli in salto in alto, in lungo e triplo da fermo, salto in lungo con rincorsa,  110 ostacoli,  salto con l'asta, pentathlon e decathlon.

Un atleta di tipo longilineo, versatile, ma quanta energia in quel corpo, agilità negli arti, scioltezza nell'azione! Le molteplici attitudini e le dimostrazioni fornite hanno fatto di lui l'atleta più completo espresso dalla Virtus nella sua lunga e fascinosa vicenda.

Ormai 73enne il giornalista Rino Maggi incontra Contoli per un'intervista e sentite questa: " vi dirò com, usciti dal caffè, mi ha salutato al momento del congedo. Mi ha salutato - per restare in tema - con una serie di salti, come un rituale esattamente così: ha appoggiato all'improvviso le mani sul cofano di una macchina (non la sua), volando poi di slancio con le lunghe gambe attraverso una buona parte del cofano, per planare dall'altra parte della vettura. Così, ripetutamente, freneticamente, senza mostrare fatica o segno d'impaccio. Ridendo invece di gusto, un gusto matto."


Per saperne di più
Il Mito della V nera op. cit.

La sezione Atletica Leggera oggi

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 04 Maggio 2011 19:50 )  
You are here: